Questo sito utilizza cookies tecnici per offrirti la migliore esperienza di navigazione, statistici / analitici anche di terze parti e di profilazione di terze parti. Cliccando su un punto qualsiasi dello schermo, scrollando la pagina o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo o come disabilitarli clicca qui. CHIUDI

Come migliorare i rapporti di buon vicinato

Michael Parinchy

Poche semplici regole per andare d’amore e d’accordo coi vicini e garantire la privacy di ciascuno

Nella maggior parte delle abitazioni urbane è una cosa di ordinaria amministrazione, ma vivere in un ambiente ristretto – soprattutto se si tratta di un appartamento o di una villetta a schiera – può essere impegnativo. Con una progettazione intelligente puoi però essere certo di sentire, vedere e odorare soltanto quello che succede in casa tua, rimanendo beatamente ignaro di ciò che accade al di fuori delle quattro mura domestiche. Prova questi consigli dell’esperto, per aumentare la privacy e, potenzialmente, il senso dello spazio in casa e vivere in armonia fianco a fianco con i tuoi vicini.

 

Pensa anche ai vicini quando ascolti musica in soggiorno

1. Impara le basi del trasferimento del rumore

Il rumore è la prima cosa che viene in mente quando si valutano i possibili problemi che possono sorgere con i vicini di casa. Potrebbe essere la musica, i bambini che giocano, la televisione o le feste abituali. E se questi suoni non provengono da casa tua, ecco che parliamo di rumore. Esistono due tipologie di trasferimento del rumore: aereo e da impatto. Esempi di rumore aereo sono le voci, la musica, la televisione, ecc. Invece, il rumore da impatto è generato ad esempio dal calpestio o dal ronzio di una lavatrice. La buona notizia è che la soluzione per entrambi è la stessa.

 

2. Opta per l’isolamento acustico

Se le strilla di un bambino piccolo o l’abbaiare dei cani della porta accanto ti fanno impazzire, potresti prendere in considerazione la possibilità di aumentare l’isolamento acustico di casa. Per ridurre il livello di rumore in entrata, è necessario usare una combinazione di vuoto e materiali fonoassorbenti. Si ottiene questo risultato fissando un semplice telaio alla parete interna o al pavimento interessato per creare un vuoto. Può trattarsi di un semplice telaio in legno, ma per ottenere dei risultati migliori sono disponibili in commercio telai in acciaio leggero realizzati appositamente per questo fine. Il materiale fonoassorbente in gomma è disponibile sotto forma di rotoli. Tutte le proprietà di recente costruzione devono soddisfare un particolare standard riconosciuto di isolamento acustico, ma puoi apportare dei miglioramenti in termini di riduzione del rumore in qualsiasi punto di casa tua anche retrospettivamente.

3. Valuta i costi

Due elementi fondamentali da prendere in considerazione quando si installano sistemi di isolamento acustico sono il prezzo al metro quadro e la profondità del sistema, ovvero quanto sporge rispetto al muro esistente. A seconda dell’efficacia del materiale e della qualità del marchio, il prezzo di un prodotto per l’isolamento acustico di pareti, pavimenti o soffitti può variare tra i 60 e i 200 euro per metro quadro. Le dimensioni della struttura determineranno, pertanto, quale soluzione è economicamente fattibile in relazione al tuo budget. Se si tratta solo di una parete della camera da letto, allora potresti scegliere il top di gamma; ma se il rumore ti tiene sotto assedio da ogni angolo della casa, forse dovresti prendere una decisione consapevole optando per prodotto più economico. La maggior parte delle soluzioni moderne ha un profilo piuttosto trascurabile, perciò non dovresti perdere più di qualche centimetro dalla superficie della parete. Se devi isolare tre o quattro lati di una stanza, il discorso cambia, in quanto 50 mm per lato avranno un impatto significativo sulla superficie complessiva utilizzabile. Perciò, valuta con attenzione le varie opzioni e le relative conseguenze.

4. Assicurati aria pulita


Passiamo ora al senso dell’olfatto. In questo caso, gli odori possono essere creati dai vicini o da te: gli alimenti cucinati, i rifiuti, gli animali – possono tutti rappresentare un problema, soprattutto quando si abita in un appartamento o in una villetta a schiera. In genere, quando lo spazio a disposizione è limitato, si deve prendere in considerazione il flusso dell’aria. Il miglior modo per affrontare questo problema è un sistema di condotti che, posto ad esempio al centro della cucina o del bagno, convoglierà gli odori indesiderati direttamente all’esterno. In alcuni casi, questo sistema può essere realizzato tra gli spazi vuoti tra travetti e intelaiatura. Le tubature a vista, come quelle in fotografia, spesso possono essere un tratto distintivo degli arredamenti contemporanei, perciò non preoccuparti se non riesci a nasconderle.

 

 

5. Aspira gli odori della cucina

Per impedire che gli odori delle pietanze che stai preparando si diffondano in tutta la casa e raggiungano anche quella dei vicini, acquista una cappa con una potenza di almeno 800-900 m3/ora per un appartamento open space di dimensioni modeste. Stai però attento ai livelli di decibel (dB) e cerca quei modelli che non superano i 60 dB alla velocità massima. Il miglior modo – e quello più efficace – per usare una cappa è quello di non farla andare per dieci minuti alla massima velocità, ma di lasciarla a una velocità bassa per un tempo superiore, in modo da creare un flusso d’aria delicato e costante. Se sei “bloccato” nel bel mezzo di un condominio e non hai la possibilità di optare per una cappa aspirante, devi per forza scegliere una cappa filtrante. Assicurati di cambiare il filtro con regolarità, altrimenti la cappa diventerà rumorosa e inefficace.

 

6. Evita occhi indiscreti

Anche con i vicini più cordiali, tutti noi desideriamo che l’interno di casa nostra rimanga privato. Patii, terrazze sul tetto, balconi e stanze con ampie finestre, come quella in fotografia, sono i punti da cui è più probabile che la tua abitazione venga osservata e sono al contempo anche gli spazi in cui desideri godere di privacy. Per schermare la vista in entrambe le direzioni, il segreto è farlo in maniera estetica. Tra le diverse opzioni che permettono di garantire la privacy e al contempo consentire il passaggio della luce attraverso le finestre, vi sono tende, veneziane o apposite pellicole.


 

CONDIVIDI SU
BPER Banca in collaborazione con
RICEVI SUGGERIMENTI E DRITTE PER IL TUO PROGETTO CASA VIA MAIL
Dati sulla privacy
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 196/03 (Codice in materia di protezione dei dati personali). I dati personali raccolti tramite il presente modulo sono necessari per l'acquisizione di informazioni preliminari alla valutazione della tua posizione, per dare corso alle operazioni da te richieste relativamente a prodotti e servizi per i quali hai manifestato interesse. In relazione alle indicate finalità, il trattamento dei tuoi dati personali avverrà in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza degli stessi. Per maggiori informazioni puoi accedere all'Informativa generale. - che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie sotto indicate ed alle società che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
Dati sulla privacy
- che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie ed alle società indicate nell’Informativa generale che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
Dati sulla privacy
- che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie ed alle società indicate nell’Informativa generale che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
LA TUA RICHIESTA É STATA INVIATA CON SUCCESSO!
Potrai così ricevere consigli per affrontare al meglio il tuo progetto casa.

Nel frattempo seguici sui nostri canali social.

X