Questo sito utilizza cookies tecnici per offrirti la migliore esperienza di navigazione, statistici / analitici anche di terze parti e di profilazione di terze parti. Cliccando su un punto qualsiasi dello schermo, scrollando la pagina o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo o come disabilitarli clicca qui. CHIUDI

I bonus fiscali per il condominio

Sara Pizzo

5 interventi di ristrutturazione pensati appositamente per i condomini

Tutti quelli che, come me, hanno esperienza di vita in condominio sanno come sia difficile per l’assemblea condominiale mettersi d’accordo per i lavori di ristrutturazione, anche urgenti, spesso senza che l’amministratore sia d’aiuto. Nella maggioranza dei casi si tratta di opere di ripristino o di riparazione effettuate per necessità e vissute come un’uscita di denaro. C’è un’alternativa più saggia: investire nella ristrutturazione delle parti condominiali per ottenere a livello personale vantaggi economici e di vivibilità nel nostro appartamento. Con questo cambio di prospettiva si può ottenere che la casa, spesso fulcro dei risparmi familiari, goda di una crescita dal punto di vista economico, di una maggiore qualità della vita e del nostro contributo alla tutela dell’ambiente.

Continua la ricerca della tua idea tra oltre 10 milioni di foto di case, architettura e interni

La buona notizia è che, se il cambiamento culturale dobbiamo farlo noi, le risorse economiche sono arrivate con la manovra finanziaria 2017 che prevede bonus fiscali extralarge per i condomini. Le principali novità sono l’estensione da subito fino al 2021 dell’agevolazione del 65% per gli interventi di efficientamento energetico eseguiti sulle parti comuni, l’innalzamento delle detrazioni fiscali al 70% per gli interventi sull’involucro edilizio e l’innalzamento delle detrazioni al 75% per il miglioramento della prestazione energetica invernale ed estiva.

Resta confermato il bonus del 50% per le opere di manutenzione ordinaria delle parti condominiali e la possibilità di cedere il credito fiscale ai fornitori del condominio mentre è ancora in discussione l’ampliamento della cessione del bonus, nodo centrale per consentire alle famiglie di sostenere l’investimento economico iniziale anche con finanziamenti agevolati.
Vediamo allora insieme 5 esempi di ristrutturazioni che si possono fare in condominio, senza litigare, con l’aiuto dei nuovi bonus fiscali.

La terrazza, luogo sociale del condominio

Ripristino delle facciate

Un intervento prima o poi inevitabile sui nostri condomini è quello di riverniciare le facciate, chiudere eventuali crepe, riprendere i balconi e tutto con l’ausilio di ponteggi. Queste opere sono classificabili come manutenzione ordinaria e sono agevolate dai bonus fiscali esclusivamente per le parti comuni degli edifici.

  • Bonus fiscale: 50% delle spese
  • Costo medio ripristino facciate: 30-50 €/m²
  • Pagamenti entro: 31 dicembre 2021
  • Permessi occorrenti: Comunicazione Inizio Lavori

Sostituzione dell’ascensore 


La sostituzione dell’ascensore condominiale è un ottimo investimento a medio termine perché un apparecchio nuovo ed efficiente, con un sistema di illuminazione “dimmerato” in funzione della presenza di persone, permette risparmi tangibili oltre che essere garanzia di sicurezza per i fruitori.

  • Bonus fiscale: 50% delle spese
  • Costo medio dei lavori: da 20.000 € per 3 piani 
  • Pagamenti entro: 31 dicembre 2021
  • Permessi occorrenti: Comunicazione Inizio Lavori Asseverata

Cerca un architetto nella tua zona pronto ad aiutarti nel tuo prossimo progetto

Cappotto esterno

 

Un vero e proprio investimento a medio termine è la realizzazione del cappotto esterno, in alternativa al semplice rifacimento della facciata condominiale, che permette l’efficientamento energetico di tutti gli appartamenti, con aumento del comfort interno, abbattimento delle spese di riscaldamento e raffrescamento, riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera.

  • Bonus fiscale: 70-75% delle spese
  • Costo medio dei lavori: 150-250 €/m²
  • Pagamenti entro: 31 dicembre 2021
  • Permessi occorrenti: Comunicazione Inizio Lavori Asseverata

Impianti di riscaldamento centralizzato

 

Un investimento intelligente per l’efficientamento energetico delle nostre abitazioni è quello di sostituire le caldaie autonome con una moderna caldaia centralizzata a condensazione o biomassa con pompe a portata variabile e sistemi di regolazione perché permette ingenti risparmi economici (sino al 60%), la contabilizzazione dei consumi effettivi di ciascun appartamento, l’abbattimento dei costi di manutenzione, la drastica riduzione delle tonnellate di CO2 emesse annualmente in atmosfera dal condominio.

  • Bonus fiscale: 70-75% delle spese
  • Costo medio dei lavori: circa 10.000-15.000 € per 100 kW
  • Pagamenti entro: 31 dicembre 2021
  • Permessi occorrenti: Comunicazione Inizio Lavori Asseverata
CONDIVIDI SU
BPER Banca in collaborazione con
RICEVI SUGGERIMENTI E DRITTE PER IL TUO PROGETTO CASA VIA MAIL
Dati sulla privacy
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 196/03 (Codice in materia di protezione dei dati personali). I dati personali raccolti tramite il presente modulo sono necessari per l'acquisizione di informazioni preliminari alla valutazione della tua posizione, per dare corso alle operazioni da te richieste relativamente a prodotti e servizi per i quali hai manifestato interesse. In relazione alle indicate finalità, il trattamento dei tuoi dati personali avverrà in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza degli stessi. Per maggiori informazioni puoi accedere all'Informativa generale. - che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie sotto indicate ed alle società che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
Dati sulla privacy
- che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie ed alle società indicate nell’Informativa generale che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
Dati sulla privacy
- che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie ed alle società indicate nell’Informativa generale che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
LA TUA RICHIESTA É STATA INVIATA CON SUCCESSO!
Potrai così ricevere consigli per affrontare al meglio il tuo progetto casa.

Nel frattempo seguici sui nostri canali social.

X