Questo sito utilizza cookies tecnici per offrirti la migliore esperienza di navigazione, statistici / analitici anche di terze parti e di profilazione di terze parti. Cliccando su un punto qualsiasi dello schermo, scrollando la pagina o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo o come disabilitarli clicca qui. CHIUDI

GLOSSARIO. QUALE PAROLA
STAI CERCANDO?

Quando senti parlare di mutuo ti sembra di ascoltare un’altra lingua?
Ecco un glossario che può esserti utile per capire il significato di tutte le parole incomprensibili.
ABI CODICE

È il codice composto da cinque cifre assegnate dall’Associazione Bancaria Italiana che identifica una banca. Assieme al CAB costituiscono parte del codice IBAN di un conto corrente.

ABITAZIONE PRINCIPALE

La casa in cui un soggetto o i suoi familiari vivono abitualmente. L’espressione è utilizzata in ambito fiscale per identificare alcune agevolazioni sulle imposte.

ACCOLLO

È un contratto tra il debitore e un terzo, con il quale quest'ultimo assume a suo carico l'obbligo di pagamento del debitore nei confronti del creditore.

ACCONTO

Pagamento parziale anticipato di una somma dovuta a fronte di una prestazione.

ADDEBITO CONTINUATIVO

È una modalità attraverso la quale si autorizza la banca, per il pagamento di importi a scadenze prestabilite, ad addebitare in automatico il conto corrente. 

AMMORTAMENTO

È il piano di ripartizione delle rate di un mutuo nel corso del tempo. Il più comune è l’ammortamento alla francese: la rata resta tendenzialmente costante (salvo le possibili fluttuazioni del tasso di interesse, nel caso dei mutui a tasso variabile) ed è composta da una quota interessi, decrescente, e da una quota capitale, crescente. Si utilizza sia per i mutui a tasso fisso che per quelli a tasso variabile. 

ANNOTAZIONE IPOTECARIA

È l’atto che rende pubblico il trasferimento dell’ipoteca in favore di un altro soggetto (es. in caso di surroga)

APERTURA DI CREDITO

È il contratto con il quale la banca si impegna a tenere a disposizione di un richiedente una somma di denaro per un determinato periodo di tempo o a tempo indeterminato.

ATTO PUBBLICO

Documento redatto da un pubblico ufficiale (ad esempio un notaio) autorizzato ad attribuirgli pubblica fede, secondo alcuni requisiti formali che sono previsti dalla legge. 

BCE

Acronimo di Banca Centrale Europea. Definisce e attua la politica monetaria per l’area dell’euro e svolge una serie di altre funzioni, fra le quali la vigilanza bancaria.

BENI DEMANIALI

Sono quelli che per disposizione normativa devono essere adibiti a soddisfare dei bisogni collettivi e sono sottoposti a vincoli.

BOLLO (IMPOSTA)

È una imposta indiretta che colpisce i consumi (ad esempio l'affitto di un appartamento) e ha come presupposto l'esistenza di un atto, documento o registro, redatto in forma scritta. 

CAB

Il codice CAB (Codice di Avviamento Bancario) è il numero di cinque cifre che identifica la filiale o l’agenzia di una banca o istituto di credito.  CAB e ABI formano parte del codice IBAN di un conto corrente.

CANCELLAZIONE D’IPOTECA

Si concretizza solo dopo che il debito a garanzia del quale è stata iscritta l’ipoteca risulta estinto e permette di avere un immobile libero da vincoli: consiste nell’eliminazione delle formalità iscritte nei registri immobiliari. In caso di ipoteca volontaria, a garanzia ad esempio di un mutuo,  la cancellazione avviene comunicando  l’estinzione all’Agenzia del Territorio, oppure attraverso un atto notarile con cui il creditore dà il suo consenso alla cancellazione dell’ipoteca e che il notaio presenta poi agli uffici competenti.

CAPARRA CONFIRMATORIA

La caparra confirmatoria è la somma di denaro che si versa al venditore, ad esempio per l’acquisto di un immobile, alla stipula del contratto preliminare di vendita (compromesso). Se, pur avendo ottenuto il finanziamento, l’acquirente decide di non acquistare, il venditore  può recedere dal contratto e trattenere la somma;  in alternativa può richiedere la risoluzione del contratto e il risarcimento di eventuali danni subiti. Se invece è il proprietario a non voler più vendere, l’acquirente ha diritto a ricevere il doppio della caparra versata. Di solito la caparra confirmatoria ha il vincolo “salvo approvazione del mutuo”, che tutela l’acquirente nel caso in cui l’inadempienza sia imputabile al rifiuto della banca a erogare il mutuo.

CATASTO

È l’inventario di tutti i beni immobili, siano essi terreni o fabbricati, esistenti sul territorio dello Stato, appartenenti a soggetti privati e pubblici.

CATEGORIE CATASTALI

Le categorie catastali sono indicatori attribuiti a unità immobiliari tenendo conto di diversi fattori, come la dimensione dell'immobile, il numero dei locali che contiene e anche in base ai materiali utilizzati per costruire l'edificio stesso. Indicano la destinazione d'uso delle unità immobiliari urbane e sono importanti nella compravendita perché permettono di verificare che l’immobile sia effettivamente destinato ad un uso abitativo.

CERTIFICATO CATASTALE

Atto rilasciato dall’ufficio del catasto,  riporta gli estremi che identificano un immobile, il proprietario e la classificazione di fabbricati o terreni rispetto alla rendita catastale. 

CLASSE CATASTALE

La classe catastale è un parametro che identifica il grado di produttività delle unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali, distinguendo il diverso valore degli immobili, sulla base di elementi intrinseci, esterni  e contestuali.

COMUNIONE LEGALE DEI BENI

La comunione dei beni è il regime che prevede, in mancanza di diversa convenzione stipulata da marito e moglie, che i risparmi e i risultati delle rispettive e separate attività dei coniugi durante il matrimonio siano di proprietà comune, in parti uguali. 

DEBITO RESIDUO

Si intende la quota capitale residua di un finanziamento, che deve essere ancora restituita all’istituto di credito. Il debito residuo fa riferimento al solo capitale prestato e non alla quota degli interessi.

DEMANIO

Insieme di beni che appartengono a uno stato.

DETRAZIONE FISCALE

È la somma che si può sottrarre dal totale delle tasse sui redditi, ottenendo così l'ammontare della imposta netta.

DIRITTO DI USUFRUTTO

Consiste nel poter godere di un bene  non proprio ma di proprietà di un altro soggetto, con il divieto di alterarne la destinazione economica. L’usufruttuario può utilizzare l’immobile a proprio vantaggio e ricavarne i relativi guadagni.  La principale differenza tra diritto di abitazione e usufrutto è che l'usufruttuario può cedere o dare in locazione ad altri il proprio diritto e rilasciare ipoteca.  

ESTINZIONE ANTICIPATA DEL MUTUO

Chi ha un mutuo in essere può richiedere di estinguerlo anticipatamente,  del tutto o in parte. Nel primo caso il debitore rimborsa alla banca l'intero debito residuo in un’unica soluzione; nel secondo caso una sola parte, e il resto della somma è soggetta a un nuovo piano di ammortamento. 

EURIBOR

O Euro Inter Bank Offered Rate, è il tasso interbancario di offerta in euro. Indica il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in Euro tra le principali banche europee ed è utilizzato come parametro di indicizzazione dei finanziamenti a tasso variabile. È determinato ogni giorno dalla Federazione Bancaria Europea.

EURIRS

O IRS Interest Rate Swap, è il tasso interbancario di riferimento utilizzato come parametro di indicizzazione dei finanziamenti a tasso fisso. È diffuso ogni giorno dalla Federazione Bancaria Europea.

FIDEJUSSIONE BANCARIA

È una tutela che può essere richiesta dal creditore, una garanzia personale con la quale un soggetto si impegna a rimborsare il prestito ottenuto dal cliente a cui fa da garante.  È rilasciata attraverso la firma di un contratto contenente l’indicazione della somma. 

GARANZIA PERSONALE

Atto con cui un soggetto, obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce l’adempimento di un’obbligazione altrui. La garanzia è personale perché il creditore puo’ soddisfarsi sopra il patrimonio di una persona diversa dal debitore.  

IMPOSTA CATASTALE

Imposta legata all’acquisto di una casa, varia a seconda della destinazione dell'immobile e del soggetto venditore. Quando si acquista la "prima casa" si può godere di un regime fiscale agevolato che consente di pagare le imposte in misura inferiore rispetto a quelle ordinariamente dovute. 

IMPOSTA DI REGISTRO

L'imposta di registro è una imposta dovuta per la registrazione di una scrittura, pubblica o privata, il cui valore è proporzionato al valore della stessa scrittura.

IMU

È l'acronimo di Imposta Municipale Unica. Ha sostituito la vecchia Ici, l’Irpef e le relative addizionali regionali e comunali calcolate sui redditi fondiari riferiti ad immobili non locati. È un’imposta a carico di proprietari di immobili o i titolari di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie. La legge di Stabilità 2014 ha abolito l’Imu sulla prima casa, tranne alcune eccezioni.

INTERESSI LEGALI

Gli interessi legali sono gli interessi dovuti per legge come obbligo accessorio a quello del pagamento di una somma di denaro in caso di ritardo rispetto alla sua scadenza naturale.

IPOTECA

Garanzia reale su un determinato bene immobile. Si realizza attraverso l’iscrizione in appositi registi pubblici e assegna un diritto di prelazione su un bene, per tutelare il creditore dal rischio di insolvenza. Il proprietario che ha richiesto il mutuo ipotecario può continuare a vivere nel bene ipotecato, affittarlo o venderlo.

ISTRUTTORIA

L’istruttoria è una fase nel percorso di erogazione di un mutuo che inizia con l’analisi della richiesta di finanziamento, necessaria affinché la banca accerti con la maggior precisione possibile il grado di rischio che si assumerà prestando il denaro richiesto e la sostenibilità delle rate per il cliente.

LOAN TO VALUE (o LTV)

Indica il rapporto tra l'importo del finanziamento concesso o richiesto e il valore del bene a garanzia del prestito. Serve a stabilire quanto denaro si può ottenere dalla banca, in relazione al valore dell’immobile. In caso di mutuo fondiario non supera l'80% del valore dell'immobile.

MANDATO

Il mandato è il contratto col quale un soggetto (mandatario) acquisisce titolo per compiere atti giuridici per conto di un altro soggetto (mandante), che lo investe di questo potere.

MINUTA

Prima stesura di uno scritto, che sarà poi rivista e corretta prima di essere redatta nella forma definitiva, che la banca invia al notaio dopo la delibera in vista della stipula dello stesso atto.

MORA

È l’interesse che il mutuatario in ritardo nel pagamento delle rate deve aggiungere all’interesse concordato nel contratto di mutuo e versare alla banca, per ogni giorno successivo alla scadenza prevista.

MUTUO IPOTECARIO

È un finanziamento a medio – lungo termine che puoi richiedere per acquistare, ristrutturare o costruire la tua casa. È chiamato ipotecario perché il pagamento delle rate è garantito da ipoteca su un bene immobile.

NUDA PROPRIETÀ

È il diritto di proprietà di un bene che però è in uso a un altro individuo. 

ONERI DEDUCIBILI

Sono le spese che  possono essere sottratte dal reddito e che, riducendo l’imponibile, riducono l’importo sul quale viene calcolato l’ammontare delle tasse da pagare.

ONERI DETRAIBILI

Insieme di spese che possono essere sottratte al 19% (alcune al 26%), dalle imposte da pagare diminuendone di conseguenza l’importo.

PENALE DI ESTINZIONE ANTICIPATA

Non applicabile ai mutui prima casa erogati dal 2 aprile 2007 in poi, è la maggiorazione che un soggetto che estingue il mutuo prima della scadenza deve pagare all’istituto di credito, oltre all’intero ammontare del debito residuo. 

PERIZIA

È la relazione effettuata da un tecnico che attesta il valore dell’immobile da ipotecare.

PERMUTA

Si intende il contratto che prevede lo scambio reciproco della proprietà di cose o di diritti tra due contraenti. Nella permuta immobiliare due proprietari si scambiano i reciproci immobili, beneficiando di vantaggi fiscali perché, sottoscrivendo un unico contratto di reciproco trasferimento, si applicano le imposte su un’unica compravendita e le spese della permuta e di altri costi accessori sono suddivise equamente tra i due contraenti.

PORTABILITÀ o SURROGAZIONE

Indica la possibilità di trasferire il mutuo da una banca ad un'altra alle condizioni stipulate tra il cliente e la banca che si sostituisce alla precedente, senza penali ed oneri di qualsiasi natura.

PREAMMORTAMENTO

Il preammortamento è il periodo in cui chi ha stipulato un mutuo rimborsa solo gli interessi bancari e non il capitale. Si tratta di una quota di interessi a carico del cliente calcolata nell'intervallo di tempo che va tra la data della stipula e la scadenza della prima rata. Il preammortamento finanziario, tipico di alcuni mutui, può essere pattuito per mettere un cliente nella condizione di versare all’inizio rate più basse, perché si versano solo interessi. 

PRELAZIONE

È la possibilità di esercitare un diritto di priorità rispetto ad altri soggetti, sull’acquisto di un bene o nel recupero di un credito.

PROMESSA DI VENDITA

È il contratto preliminare di compravendita, detto anche “compromesso”, firmato sia dal venditore che dall’acquirente e valida ai fini legali, con la quale il venditore si impegna a vendere il bene immobile e l’acquirente ad acquistarlo. L’impegno è a stipulare successivamente un nuovo contratto, il contratto definitivo di compravendita, con il quale avverrà il trasferimento di proprietà.

RATA

È la somma che si versa periodicamente per restituire un prestito/mutuo. È composta dalla quota capitale, cioè il rimborso della somma prestata, e da una quota di interessi, costituita dagli interessi maturati. La periodicità del pagamento è stabilita nel contratto.

RINEGOZIAZIONE

È la possibilità di modificare le caratteristiche della propria tipologia di finanziamento (condizioni economiche, durata del finanziamento,…). Quando si decide di rinegoziare un mutuo bisogna verificare le eventuali spese e nuove condizioni applicate, e non dimenticare che esistono anche altre alternative, ad esempio la surrogazione.

ROGITO

È l’atto pubblico di compravendita stipulato con il notaio di un immobile che definisce il passaggio di proprietà di un immobile dal venditore al compratore. 

SERVITÙ

È un limite su un bene immobile a vantaggio di un secondo bene immobile di un proprietario diverso, che gode della limitazione del bene servente. 

SPESE DI ISTRUTTORIA

Le spese sostenute dal cliente per compensare l’attività della banca nel momento in cui apre la pratica di finanziamento e compie tutte le formalità finalizzate all’erogazione della somma pattuita (raccolta della documentazione, valutazione della domanda di mutuo, ecc.).

SPREAD

È il costo che la banca aggiunge al tasso di riferimento. La somma dei due valori costituisce il tasso di interesse (TAN o Tasso Annuo Nominale) che verrà effettivamente applicato alla firma del contratto.

TAEG

Indica il costo totale del mutuo su base annua ed è espresso in percentuale sull’ammontare del finanziamento concesso. Comprende il tasso di interesse ed altre voci di spesa, ad esempio spese di istruttoria della pratica e di riscossione della rata.

TAN

O Tasso Annuo Nominale è l'interesse dovuto su un prestito in un anno, ovvero l’importo che deve essere pagato alla Banca nel corso di un anno (normalmente poi ripartito su rate mensili).

TASSO BCE

È il tasso ufficiale di sconto che la BCE applica agli scambi di denaro tra gli Istituti Bancari. È uno dei parametri a cui può essere legato il tasso di interesse: quando varia, varia anche l’importo della tua rata di mutuo. 

TASSO DI INGRESSO

È un tasso particolarmente vantaggioso che può essere applicato, a discrezione degli istituti di credito, per brevi periodi di tempo, per incentivare i clienti e aiutarli nelle fasi iniziali di un finanziamento. 

TASSO DI INTERESSE

È il compenso dovuto all’istituto che ha prestato una somma di denaro per un certo periodo.

TASSO FISSO

L’interesse viene stabilito al momento della stipula del contratto e rimane costante per tutta la durata del finanziamento. Questo tasso è calcolato normalmente come somma dell’Eurirs Euro Interest Rate Swap  e dello spread.  

TASSO MINIMO

Applicato alle operazioni a tasso variabile, rappresenta il tasso al di sotto del quale il finanziamento non potrà scendere a prescindere dall’andamento dei parametri di indicizzazione specificati nel contratto di finanziamento.

TASSO MISTO

Il tasso misto è una formula che prevede che il sottoscrittore del mutuo possa passare dal variabile a fisso o viceversa. Questa tipologia di tasso di interesse è adatta a chi vuole riservarsi la possibilità di modificare il proprio piano di ammortamento, per sfruttare le variazioni dei parametri di riferimento.

TASSO VARIABILE

Tasso di interesse che cambia in base all’andamento del mercato finanziario e dell’indice di riferimento (Euribor o tasso BCE). Se quest’ultimo sale, anche la rata aumenta; se invece scende, anche la rata diminuisce se non presente un tasso minimo. Come nel tasso fisso, al parametro scelto va poi sommato lo spread. Questo tipo di mutuo è adatto a chi vuole trarre vantaggi economici dalle dinamiche in atto sul mercato e può sopportare senza problemi un aumento della rata, in caso di risalita del parametro di riferimento. 

TRASCRIZIONE IMMOBILIARE

È il documento che viene rilasciato ad avvenuta registrazione della compravendita e dell’atto di mutuo.

RICEVI SUGGERIMENTI E DRITTE PER IL TUO PROGETTO CASA VIA MAIL
Dati sulla privacy
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 196/03 (Codice in materia di protezione dei dati personali). I dati personali raccolti tramite il presente modulo sono necessari per l'acquisizione di informazioni preliminari alla valutazione della tua posizione, per dare corso alle operazioni da te richieste relativamente a prodotti e servizi per i quali hai manifestato interesse. In relazione alle indicate finalità, il trattamento dei tuoi dati personali avverrà in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza degli stessi. Per maggiori informazioni puoi accedere all'Informativa generale. - che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie sotto indicate ed alle società che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
Dati sulla privacy
- che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie ed alle società indicate nell’Informativa generale che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
Dati sulla privacy
- che la Banca tratti i suoi dati personali per finalità commerciali in relazione all’offerta di prodotti e servizi di BPER e/o del GRUPPO BPER, ed eventualmente li comunichi ai soggetti appartenenti alle categorie ed alle società indicate nell’Informativa generale che effettuano rilevazione della qualità dei servizi e indagini di mercato per i correlati trattamenti, autorizzando a tal fine l’uso della posta cartacea, del telefono; - anche mediante l’utilizzo di sistemi automatizzati di chiamata senza operatore, di e-mail, fax, sms ed mms.
LA TUA RICHIESTA É STATA INVIATA CON SUCCESSO!
Potrai così ricevere consigli per affrontare al meglio il tuo progetto casa.

Nel frattempo seguici sui nostri canali social.

X