Questo sito utilizza cookies tecnici per offrirti la migliore esperienza di navigazione, statistici / analitici anche di terze parti e di profilazione di terze parti. Cliccando su un punto qualsiasi dello schermo, scrollando la pagina o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo o come disabilitarli clicca qui. CHIUDI

La dispensa in cucina: ingredienti indispensabili e come organizzarli

Daniela Mosca

I consigli per tenere in ordine le scorte alimentari e mangiare sano

Quando si tratta di cibo, ognuno ha le proprie preferenze ed esigenze, ma esistono alcune regole di base per avere una dispensa sana e sempre in ordine.

Con dispensa intendiamo tutti gli alimenti che non devono essere conservati al freddo in frigo o in freezer. Nonostante siano in genere prodotti a lunga scadenza, il primo consiglio è di non accumulare troppe confezioni, ma di avere sempre la giusta quantità di scorte in base al numero di componenti della famiglia.

Gli essenziali

Ma cosa bisognerebbe tenere sempre a disposizione in cucina per far fronte a ogni evenienza? Sale fino e grosso (meglio se non raffinati), zucchero (meglio se di canna o di cocco), due tipi di olio (extra vergine e uno più leggero per friggere, ad esempio l’olio di cocco), aceto (di vino, balsamico o di mele a seconda dei gusti), lievito (per dolci o per pizza e ancora meglio lievito alimentare in scaglie), cannella e una grande varietà di spezie. Non dovrà mancare una vasta scelta e abbondanza di farine, legumi secchi (lenticchie, ceci, piselli, fagioli…), pasta (meglio se integrale), cereali (miglio, riso integrale, riso venere, riso rosso) e pseudocereali (quinoa, amaranto, grano saraceno). Via libera poi a semi, semini, noci, nocciole, mandorle, anacardi.

Cibi in scatola

Sono pratici e risolvono la vita, ma non abusatene! Teneteli giusto per situazioni d’emergenza in cui non avete l’alternativa fresca e avete poco tempo per cucinare. Ad esempio fa sempre comodo avere in dispensa pomodori pelati, tonno, sardine, e qualche varietà di legumi. Ma ricordate: per seguire un’alimentazione sana e corretta, allo scatolame è sempre meglio preferire verdure di stagione, pesce fresco e legumi secchi.

Ogni cosa al suo posto

Per quanto riguarda l’organizzazione della dispensa, bisogna pensare in modo funzionale. Ad esempio, se i pensili sono in alto e non riuscite a raggiungerli tenete al loro interno solo ciò che consumate saltuariamente o le scorte. Viceversa scegliete di disporre cereali, biscotti, cracker e tutto ciò che vi serve ogni giorno in un punto facilmente accessibile.
Provate a raggruppare gli alimenti dello stesso tipo e destinare loro un posto che sia funzionale. Ad esempio, vicino ai fornelli è consigliabile tenere olio, sale, spezie, aromatiche, tè e caffè.

Spunti utili e décor

Una lavagna su cui appuntare i prodotti da rifornire sarà un alleato prezioso e ricordatevi di portare sempre avanti negli scaffali i prodotti più vecchi e di riporre dietro quelli appena comprati, così da evitare di far scadere gli alimenti. Utilizzate vasetti e contenitori riciclando quelli che già avete prima di comprarne di nuovi: dalla vaschetta del gelato, al vasetto del miele o della marmellata tutto può tornare utile per riporre quegli alimenti che stanno in confezioni troppo grandi o in sacchetti aperti e mezzi vuoti. Se poi volete dare alla vostra dispensa un senso di ordine e ritmo scegliete vasetti o contenitori uguali: dello stesso materiale o dello stesso colore o con le stesse etichette.

CONDIVIDI SU
BPER Banca in collaborazione con

X