Questo sito utilizza cookies tecnici per offrirti la migliore esperienza di navigazione, statistici / analitici anche di terze parti e di profilazione di terze parti. Cliccando su un punto qualsiasi dello schermo, scrollando la pagina o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookies. Per informazioni e scoprire come negare il consenso al loro utilizzo o come disabilitarli clicca qui. CHIUDI

Privacy in giardino e terrazzo? Ecco come migliorarla con le piante

Lidia Zitara

Spesso giardini e terrazzi sono aperti allo sguardo di vicini e passanti. Alcune piante ci vengono in aiuto.

Per migliorare la privacy del proprio spazio esterno, minacciata soprattutto nelle grandi città e quando il giardino, terrazzo o balcone si trova ad altezza di strada, si possono utilizzare delle piante con fogliame compatto e coprente.

Innanzitutto occorre una buona struttura che funga da recinzione (aperta o chiusa) e una schermatura di rampicanti sempreverdi, più o meno compatta a seconda della privacy che si desidera ottenere. Il Trachelospermum jasminoides (in foto)​, chiamato volgarmente “falso gelsomino”, è una tra le piante più comunemente usate a questo scopo per via del suo fogliame molto fitto. Ma ha anche un’altra virtù: sprigiona un delizioso aroma agrumato.

Bisogna però considerare che molte delle piante rampicanti con fogliame sempreverde sono delicate, quindi inadatta a un clima medio-freddo. Esistono comunque dei rampicanti capaci di formare una maglia fitta di rami che, seppur priva di foglie, funziona bene come schermatura. Ad esempio il glicine ha dei tralci così invadenti da riuscire a piegare persino il ferro. Altre valide opzioni sono il luppolo (Humulus lupulus, in foto), la rosa, la bigonia (Campsis radicans), Akebia quinataJasminum polyanthum, il comune caprifoglio e Gelsemium. Chi vive in climi miti può optare per alcuni rampicanti sempreverdi o semi-sempreverdi di origine esotica come Plumbago capensis o Thunbergia grandiflora. Chi invece desidera creare una schermatura fitta può scegliere il Senecio angulatus, rapicante molto invadente dalle foglie carnose.

Se si vuole schermare uno spazio con le piante, la Lantana rappresenta un'opzione sicura e d'effetto. La Lantana camara (in foto)​ regala fiori dai colori vivaci. Questo arbusto è caratterizzato da un portamento prima eretto e poi decombente e crea una maglia fitta di rami, è perciò indicato per ottenere privacy in un terrazzo urbano. E però una pianta delicata, non resiste molto bene le temperature fredde, perciò se ne potrà apprezzare la sua bellezza quasi esclusivamente d’estate e si dovrà prevedere una sua sostituzione a partire dall’autunno.

Un’altra pianta molto efficace per ottenere privacy in uno spazio esterno è il bambù. Tantissime le varietà esistenti, molte delle quali rustiche. Attenzione: il bambù è conosciuto per la possanza delle sue radici, quindi è consigliabile isolare i vasi dal lastricato con materiale plastico. Se il clima lo consente, si possono svegliere varietà dalle canne variegate o particolari per creare spazi ancora più graziosi e originali.

Le Clematis sono un’altra buona scelta. Alcune sono sempreverdi, ad esempio la C. armandii. I comuni ibridi da giardino perdono la parte aerea in inverno e hanno la straordinaria capacità di aggrovigliarsi in maniera casuale alle altre piante adiacenti o di penzolare lungo ringhiere o muretti. Si prestano a infiniti giochi di colori, armonie o contrasti per risultati decisamente allegri.

CONDIVIDI SU
BPER Banca in collaborazione con

X